MOLLARE TUTTO E VIVERE NELLA NATURA INCONTAMINATA
In Evidenza,  Lifestyle

MOLLARE TUTTO E VIVERE NELLA NATURA INCONTAMINATA

Mollare tutto e vivere nella natura incontaminata si può, e per chi ama la natura e sente il richiamo, che viene dal cuore,  è facile adattarsi ad un cambio di vita così forte. Chi lo fa, di solito non viene visto dalla società di oggi come un esempio da seguire; ma come un soggetto da tenere ai margini perché non utile al progresso.

La maggior parte rientra nella sfera dei Spiriti Liberi, persone creative, che senza ombra di dubbio, si sono ribellate alla macchina della società per far spazio a momenti unici della loro vita. In piena libertà e armonia con il loro spirito. Smettono di vivere in città caotiche, smettono di presentarsi tutte le mattine in un ufficio grigio e triste, e iniziano a vivere. Lontani da stress, lontani dal consumismo, lontani da una vita che li obbliga a lavorare acquistare e consumare.

Non si riconoscono più, non si identificano più in questa società, che ti vuole uguale a tutti, che non ama gli spiriti liberi, perché ti insegna un unico modo di vivere:

  • Produci,produci,produci
  • Paga la rata dell’automobile
  • Estingui il mutuo
  • Paga le bollette
  • Vai in pensione (stanco)
MOLLARE TUTTO E VIVERE NELLA NATURA INCONTAMINATA. Nella foto una ragazza seduta in una amaca, garda la natura

Chi lo fa, ha cambiato prospettiva su di sé, e visione del mondo.

Cambiando prospettiva su di sé, la percezione del tempo e la scala dei valori prendono più importanza nella vita. Ci si concentra sulle piccole cose provando gioia per esse, adottando una vita minimalista si raggiungere uno stato mentale sereno e creativo. Si inizia a guardare fuori dagli schemi vedendo il mondo in maniera diversa, sentendosi in dovere di proteggerlo e a essere di minor impatto per l’ambiente. A me sta capitando proprio ora, e la sensazione è bellissima. Si inizia a vedere il mondo da un altro punto di vista, e si ha il desiderio di condurre una vita più tranquilla, e quindi più felice.

Questo è il caso di Mat, che ha scelto di cambiare profondamente la propria vita e percorrere strade che costringano a mettersi in ascolto nel più profondo. Mat, così vuole essere chiamato, classe 1974, molla tutto, casa, lavoro e obblighi, e si mette in cammino. Dice “Ho sempre amato la natura, mi sono sempre posto molte domande, alcune anche folli”. Fino al fatidico giorno in cui ha deciso di mettersi in gioco e scatenare se stesso.

La decisione di partire e mollare tutto per vivere nella Natura

Mat inizialmente, sognava con degli amici di fondare una comunità, il progetto però non andò a buon fine e Mat decise in quel momento di mollare tutto per vivere nella natura, tra eco-villaggi, agriturismi o qualsiasi struttura potesse offrirgli vitto e alloggio in cambio di lavoro; tutte le sue cose le regalò o le scambiò con del cibo.

La prima tappa di Mat prevedeva la Val Palot, in provincia di Brescia, dove in una struttura agrituristica in cambio di lavori vari, che andavano dall’accudire gli animali a creare il sito internet della struttura e alle pulizie, ha avuto vitto e alloggio. Alla domanda: “Cosa hai provato nel momento in cui hai varcato la soglia di casa per partire nella tua avventura?” Matt rispose “Tanta felicità, e un senso di liberazione”.

La storia di Mat , grazie anche alle possibilità tecnologiche e alla facilità di far sentire la propria voce nel suo blog e nei vari canali social, è diventata velocemente la cassa di risonanza delle sue esperienze e dei suo progetti. Nel blog Mat, parla di come sia possibile vivere in questo modo, dando informazioni dirette di come sia la vita in questi eco-villaggi.

Mat sa che per portare avanti il suo progetto ha bisogni di soldi, per gli spostamenti e oltre ai vari lavori che svolge in viaggio ha risparmiato nel suo passato lavorativo. Quindi mantenersi per chi ha fantasia e un alto spirito di adattamento è possibile. E se stai leggendo questo post, forse è perché anche tu desideri poter cambiare radicalmente la tua vita; e vivere un’ esperienza a contatto con la natura, fuori dai maledettissimi schemi della società.

MOLLARE TUTTO E VIVERE NELLA NATURA INCONTAMINATA. Nella foto un paesaggio incontaminato.

Vivere lentamente e godersi l’attimo, il qui e ora

Con questa decisione Mat abbraccia la filosofia di vita del qui e ora, vivere lentamente la vita, scacciando i demoni dello stress e della depressione che avvolge la nostra società. Prendersi i propri tempi, ma con le idee chiare. La strada non sarà sempre rose e fiori, ci si deve adattare e fare dei sacrifici, ma la ricompensa che solo la natura può dare è immensa.

Per chi volesse lavorare in cambio di vitto e alloggio in Italia il punto di riferimento è www.wwoof.it si tratta di una rete che mette in contatto i suoi soci con aziende agricole. Vi consiglio di dargli un’occhiata, può essere un bel punto di riferimento per chi sta pensando ad una scelta di vita alternativa.

Non aver paura di fare scelte che potranno aprirti le porte della felicità. Questo non significa per forza che ognuno di noi deve mollare tutto e vivere immersi nella natura. Basta anche un piccolo cambio di stile di vita che ti porti più vicino alla natura. Magari dedicando un’ora al giorno allo Shinrin-Yoku, o facendo donazioni ad associazioni che difendono le foreste, qualsiasi cosa per riconnettersi con la natura e trovare la felicità interiore.

error: Questo contenuto è protetto da copyright! (Legge sul Diritto d\\\'Autore. Art.171)